Né di Adamo né di Eva.




Appena fui sola provai una grande gioia.
Ripercorsi gli avvenimenti con un misto
di ilarità e stupore.
Quello che tutto sommato mi meraviglia
di più non erano le eccentricità di Rimri,
ma piuttosto questa eccentricità suprema:
avevo avuto a che fare con una persona amabile
e affascinante.
Neanche per un attimo mi aveva infastidito
con un gesto o con una parola.
Non credevo che una cosa del genere potesse accadere.





Amelie Nothomb

Né di Adamo né di Eva
Voland
2008





Post più popolari