Gesualdo Bufalino





Gli assenti hanno una volta torto, ma novantanove volte ragione.

In un mondo di arrivisti, buona regola è non partire.

La felicità esiste. Ne ho sentito parlare.

Il peccato: inventato dagli uomini per meritare la pena di vivere, per non essere castigati senza perché.

I vincitori non sanno quello che perdono.

I suicidi sono solo degli impazienti.

È più facile amare gli altri che se stessi. Degli altri si conosce il meglio.

Dovetti scegliere tra morte e stupidità. Sopravvissi.

Dopo tanto discorrere resta dubbio se le donne preferiscano essere prese, comprese o sorprese.

Chi scrive per il suo tempo, disperi di sopravvivergli.

Che ci vuole a scrivere un libro? Leggerlo è la fatica.

Ci vogliono virtù a iosa per fare un vizio.

Capita a volte di sentirsi per un minuto felici. Non fatevi cogliere dal panico: è questione di un attimo e passa.

Biblioteche, musei, cineteche… non amo che camposanti.

La fama è la gloria venduta a saldo, con gli sconti di fine stagione.







Gesualdo Bufalino
Uno fra i miei autori prediletti.




Post più popolari