Giustificazioni democristiane




Ci chiediamo se abbiamo fatto bene. Almeno, io l'ho fatto.

Siamo cambiati. Pur non avendo fatto chissà quali esperienze, io, credo di non somigliarmi, di essere una persona nuova alla maniera del Gattopardo. Avendo, tu, fatto più che tesoro di ogni singola relazione, sai che devi affrettarti, che non durerà. Lo notiamo entrambi. Almeno, io l'ho fatto.

Careful with that Axe Eugene, la colonna sonora che c'è raramente e non cambia mai. Almeno lei.

Continuo a dirmi che non è sbagliato. Lo ripeto ogni volta, adducendo giustificazioni "non è illudere ma donarsi" democristiane.

Cosa sarebbe allora la festa se non un letto pieno di libri che piacciono a me e tu non conosci, che io non conosco e che tu adori? Noi che leggiamo un passo ciascuno, con la voglia di istruire l'altro su ciò che amiamo e su ciò che siamo detto con parole altrui. Noi che ci burliamo vicendevolmente delle nostre abitudini, ci stupiamo per quelle che non ci appartengono più, dei ricordi che non abbiamo custodito con l'accortezza necessaria e sono stati rivelati alla persona sbagliata. Ne ridiamo, del nostro passato non condiviso, sprecato con altri lo definisci, no, non lo rispettiamo abbastanza. Noi che possiamo baciarci quando ci sentiamo soli pur essendo avvinghiati, sì, è una festa. Credevamo di averne bisogno e abbiamo scelto di alzare i tacchi all'unisono e volontariamente. Almeno, io l'ho fatto con coscienza.

Non avevo con me molto eppure ho trovato tutte le mie cose, ancora qui.

Cos'è la festa se non sentirsi attesa, benvenuta, finalmente a casa come solo gli elastici e il pigiama nello stesso cassetto di quasi un anno fa? Ci siamo aspettati. Almeno, tu l'hai fatto.

Tre anni e sono di nuovo qui, cosa che detesto, a quanto pare, solo io. Continuiamo ad essere una bambina molto seria e un vecchietto molto infantile. A condurmi, il solito dubbio di stare boicottando una possibile gioia, e la paura delle novità che mi costringe a rifugiarmi nel passato, in ciò che già conosco, che già mi ama.


Chissà com'è la festa, quella vera, quando oltre a tutta questa meraviglia c'è pure il mio di amore.


Post più popolari