Non esistono fatti ma solo interpretazioni.

Un giovane Nietzsche, prima della sifilide e prima del capolavoro del superuomo, diceva, tra i tanti aforismi, questa frase "Non esistono fatti ma solo interpretazioni".
Non riesco neppure a contare tutte le volte in cui ho frainteso i comportamenti altrui o sono stata fraintesa. Se ogni qual volta osserviamo gli altri tenessimo a mente questa frase non eviteremmo molti dolori?
Non esiste la verità oggettiva, perché anche quando guardiamo in modo asettico siamo comunque influenzati da fattori personali ed esterni, che ci consentono di interpretare in modo assolutamente proprio le situazioni contingenti. Stavolta Nietzsche il bagno freddo l'ha fatto a me. Mi ha bagnata con gelida acqua tante volte quante sono le lettere che compongono questo straordinario aforisma. Se non possiamo essere sicuri neppure di ciò che vediamo, come possiamo fidarci di qualcuno?

Chiara

Post più popolari