"Con lei è tutto inutile" cit.


-Disastrose cronache dalla dimensione "Amici"-.


Serata con un gruppo di conoscenti. Loro bevono birra, anche la mia amica. Io il solito aperol spritz. Si parla di serie tv, e si arriva a Desperate Housewives, passando per Bree Van de Kamp e le altre protagoniste. Ovviamente, io inneggio al Dolce&Gabbana porpora indossato da Marcia Cross nell'ultima serie durante il suo arresto, con eleganza e decoro. Continuano con Fringe, The walking dead e altri telefilm che io non ho mai visto, quindi, piuttosto che rompere le scatole chiedendo di continuo spiegazioni, mi escludo dalla conversazione, cercando di emulare Bree, con grazia e rispettabilità. Il mio momento di quiete dura poco. Mi raggiunge un membro del gruppo che mi è stato presentato ad una festa a novembre, e in modo plateale, cerca di trovare una sedia per accomodarsi al mio fianco. La mia amica, visibilmente stizzita, lo fulmina: "E' inutile che cerchi di corteggiarla. Con lei è tutto inutile".
Mi congedo verso le tre del mattino, salutando tutti e sorridendo, consapevole di aver dato un'interpretazione degna di Marcia Cross.

Qualche giorno dopo, su Skype, mi ritrovo a parlare dell'accaduto con il mio fido amico romano, raro esemplare maschile che sa porre domande interessanti e fornisce sagge risposte ai miei sempre più innumerevoli arzigogoli.

-Pensavo di essermi dimenticata, ed invece...
-Tu non dimentichi niente, sei come me.
-Non facciamo paragoni.
-Quanti anni ha questa tua amica?
-26
-E da quanto tempo non è fidanzata?
-Praticamente dal liceo, anche se, spero per lei, potrei essere male informata
-Allora non ti preoccupare, continua ad uscirci. E' solo gelosa del fatto che tu abbia, quasi subito dopo che lasciato il tuo ex, già da quest'estate, avuto altre esperienze.
-Ma lei sa che io non ho voluto approfondire la conoscenza o intensificare i rapporti con nessuno di questi presunti "esperienze".
-Anche questo le da fastidio. Il Signore da il pane a chi non ha i denti. Lei vorrebbe le attenzioni che tu rifiuti. Ti sembra bello?
-Mi dispiace, ma non posso fidanzarmi per farla felice.
-Ma perché non pensi di fidanzarti per te stessa? Per renderti felice?
-Penso che ci siano altri modi per rendermi felice.
-Tipo? E non dirmi il volontariato o la lettura che prendo il primo aereo, commetto il tuo omicidio e ritorno qui.
-Bravo, mi hai tolto le parole di bocca. Comunque, oltre a ciò che hai detto tu, si vede che mi conosci bene, ci sono lo studio e adesso anche la cucina.
-Visto? Adesso che sai pure cucinare, ci sarebbero altri uomini pronti a mettersi con te. Perché ti ostini a rifiutarli?
-Non voglio essere scelta per le mie abilità.
-In che senso?
-Non voglio superare un esame o un test. Non voglio che gli uomini si avvicinino a me perché so cucinare.
-Scema, si avvicinano perché sei bella e poi perché hai un carattere dolce e sei generosa.
-E secondo te che valore avrebbe questo interesse? Io vorrei quel tipo di amore che vada oltre queste sciocchezze. L'uomo che vuole starmi accanto dovrebbe provare un sentimento forte, inebriante, indipendente dai miei difetti e dalle mie qualità. Un amore che sia autentico, anche se fossi una persona cattiva ed insensibile. Il genere di amore che non faccia calcoli e che non valuti la convenienza di un singolo bacio o di ogni gesto affettuoso...
-Ok, con te è tutto inutile!
(Segue un breve litigio concluso da una distaccata riappacificazione. L'armonia verrà ritrovata qualche ora dopo su What's App).


Poi mi chiedono perché ho già deciso di inserire, fra le mie dichiarazioni testamentarie, questa frase: 
"Fui sempre a disposizione di chi mi chiese aiuto, ma non diedi confidenza a nessuno, giacché sempre mi piacque vivere in libertà, mai da sola perché ricca di me".

Post più popolari